BREAKING NEWS

Presentato al Salone del Libro di Torino il libro-inchiesta “Il caso Imprimatur”

English

Al Salone del libro di Torino è stato presentato giovedì 8 maggio alle ore 16 nella Sala Avorio il libro-inchiesta “Il caso Imprimatur”, a firma del famoso esperto di libri proibiti Simone Berni. Presenti sul podio l´autore, l´editore Simone Pasquali della casa editrice Biblohaus, il celebre giallista Paolo Roversi, due rappresentanti dell´Imprimatur Fan Club e, in collegamento via webcam dall´estero, Rita Monaldi e Francesco Sorti.

Ecco il link all´acquisto del libro di Simone Berni:

http://www.biblohaus.it/ordina.php?type=form&id=4

Tags:

FanClub

7 Comments

    Stefania Bertolini

    5 Luglio 2011 at 17:35

    Grazie al libro di Simone Berni ho conosciuto questo splendido lbro e tutto quanto hanno dovuto subire gli autori. Non potevo potesse succedere in Italia, un paese, che credevo, fosse Libero. Ora grazie a questa casa editrice Olandese e alla libreria Hoepli lo sto leggendo e lo trovo veramente fantastico, appassionante, ben scritto. Stò facendo conoscere questa incredibile storia a tutti quelli che conosco e ovviamente stò pubblicizzando il Romanzo. Spero che n giorno si possa trovare liberamente in tutte le librerie Italiane e, ovviamente, spero che vengano pubblicati in Italiano tutti gli altri testi e che tutti possano decidere in Italia cosa poter leggere.
    Questo romanzo è stato paragonato ai romanzi di Umberto eco, Beh penso che Monaldi & sorti non abbiano proprio nulla da invidiare adEco!!!!!!!!!!!!!!!

    Valerio

    15 Giugno 2011 at 17:35

    In risposta al commento di “Io” del 27 12 2009. Fa’ una cosa : INFORMATI. Il saggio di Berni non è stato pubblicato da una grande casa editrice italiana ( una qualsiasi…) ma da una piccola ed indipendente. Per questo non è stato boicottato. Leggi quel saggio o i contenuti di questo sito e scoprirai che il CASO è autentico, ahinoi italioti…E’ solo grazie all’incredibile successo estero e alla qualità dei due autori italiani che non si è riusciti a rendere impenetrabile il muro di silenzio dei media italiani. Perchè ci sono Italiani e…”italioti”…

    barionu

    28 Febbraio 2010 at 17:35

    In pratica ,tutti i componenti dell’ editoria Italiana si mettono prontamente a 90° appena il Vaticano lo dice.

    io

    27 Dicembre 2009 at 17:35

    se “boicottano” un libro perchè non boicottare anche il saggio inchiesta su quel libro…? caso costruito ad arte…

    Anna Naime Haake

    18 Gennaio 2009 at 17:35

    Mi chiamo Anna e sono una studentessa all’ultimo anno di liceo. ho conosciuto Imprimatur grazie a mia madre…vedendo che gli autori erano italiani abbiamo cominciato a cercare il libro in edizione italiana, ma tutte le librerie scrivevano: Fuori catalogo. siamo in fine riuscite a trovarlo, in olanda, scoprendo che cosa era successo agli autori siamo rimaste sconvolte, viviamo o no in un paese libero? a quanto pare no. potrei leggere i libri in tedesco, ma chi non può? deve prima imparare un altra lingua? Fatto sta che ho cominciato a diffondere il libro a scuola tra amici e parenti!penso di essere una delle poche persone che hanno avuto la fortuna di leggere questo libro fantastico,grazie a voi che permettete ancora a qualcuno di leggere quello che gli piace!!!

    Simona

    14 Maggio 2008 at 17:35

    Finalmente un saggio-verità su uno dei tanti casi di boicottaggio italiani. Un libro decisamente scorrevole e ben documentato che, in poche ore di lettura, delinea un quadro a dir poco scioccante sulla censura dell’editoria italiana.
    Siamo nel 2000 ma purtroppo è come fossimo ancora nel medievale oscurantismo ecclesiastico, dove alcuni libri erano considerati eretici o “malvagi”.
    Grazie allo scrittore Simone Berni, che ha coraggiosamente deciso di divulgare questa triste storia, conosciuta e dibattuta con incredulità dalle maggiori testate europee, ma del tutto sconosciuta nel nostro bel paese…
    A quando un cambiamento?

    Simone

    11 Maggio 2008 at 17:35

    Un bravo all’autore e all’editore Biblohaus. Eccellente libro che espone i fatti e i retroscena del caso IMPRIMATUR. La lettura è piacevole, l’esposizione chiara. Ci sono inoltre interessanti aneddoti sulla vita degli autori. Lo raccomando assolutamente !! Naturalmente gli editori chiamati in causa non hanno risposto alle domande dell’autore … hanno preferito non rompere il silenzio. Ma chi si sarebbe atteso altro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.