BREAKING NEWS

La Repubblica: Morte misteriosa di una giovane nella Capri degli anni Trenta. Un complotto contro Malaparte

di Stella Cervasio

Repubblica Schermi 27 agosto-2Ha lasciato il segno in molti, Curzio Malaparte, per i suoi romanzi verità o comunque grandi spaccati di società che ne costituiscono ancora, a quasi 60 anni dalla morte (1957). Realista e visionario, fascista convertito maoista in punto di morte (e così in altri campi, fu una cosa e il suo contrario) Kurt Suckert – che aveva capovolto il nome di Bonaparte per coniare il proprio pseudonimo – deve molto del fascino anche al suo legame con l’isola di Capri, dove costruì una villa da annali dell’architettura e, come tutti i capresi d’adozione, visse da bohémienne.

CLICCA SUL LINK PER L’ARTICOLO COMPLETO:

Repubblica Schermi 27 agosto

 

Tags:

FanClub

1 Comments

    Coursework Help Online

    14 luglio 2017 at 11:13

    He left his mark in many, Curzio Malaparte, for his novels truth or in any other case big slices of society that also constitute, nearly 60 years after his loss of life (1957). Realist and visionary, fascist transformed Maoist factor of death (and so in other fields, it became one component and its opposite) Kurt Suckert – who had tipped the call of Bonaparte to coin his own nickname – has plenty of attraction even to its link with the island of Capri, in which he built a villa from the annals of architecture and, like every islanders via choice, he lived as a bohemian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *